News

03/09/2020

Casagit: scadenze e aggiornamenti

Entro il 30 settembre le spese di aprile, maggio e giugno

Si avvisano gli iscritti Casagit che è prossima la scadenza per la consegna della documentazione per le spese sanitarie. Ricevute e note datate aprile, maggio e giugno, devono essere presentata a Casagit per il rimborso entro mercoledì 30 settembre. Naturalmente è possibile presentare anche la documentazione di spesa datata luglio, agosto e settembre.  
La documentazione può essere consegnata direttamente allo sportello in corso Stati Uniti 27 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13, oppure può essere lasciata in qualsiasi orario, in busta chiusa, nella buca delle lettere situata sulla porta esterna adiacente al parcheggio. Altrimenti può essere spedita direttamente agli uffici Casagit di Roma in via Marocco 61.  

PROVVIDENZE COVID 19 - Questi provvedimenti, che dispongono un contributo alle spese sanitarie per il Covid-19, restano in vigore fino al 31 dicembre 2020 e interessano tutti gli associati alla Cassa (Casagit 1; Nuovi Profili 2, 3 e 4; Profilo Uspi; Profilo W-In) e i familiari assistiti.

TEST, DISPOSITIVI DI PROTEZIONE - E' previsto un rimborso complessivo annuo di 40 euro per le spese sostenute nel 2020 per accertamenti clinici e diagnostici (tamponi nasofaringei ed esami sierologici, validati dal Ssn) nonché per l'acquisto di dispositivi di protezione individuale (mascherine, guanti, ma escluso il disinfettante). Per il rimborso è necessario presentare a Casagit la prescrizione medica e la fattura (per tamponi e esami sierologici) o gli scontrini parlanti della farmacia (cioè con il codice fiscale) per mascherine o altro: in questo caso, se la farmacia non è in grado di stampare sullo scontrino la dicitura "dispositivo di protezione individuale", basterà che sia comunque specificato dal venditore. Questo contributo copre dunque la spesa sanitaria per Covid-19 fino al raggiungimento dei 40 euro complessivamente stanziati nel 2020 per ciascun singolo associato.

COPERTURA MALATI COVID - La misura prevede un sostegno economico di 50 euro al giorno (fino ad un massimo di 30 giorni) per chi, nel periodo dal 1 marzo al 31 dicembre 2020, sia stato ricoverato presso strutture del Servizio sanitario nazionale per il trattamento della malattia. La stessa indennità (e sempre nel limite massimo di 30 giorni) sarà corrisposta anche quando, dopo il ricovero, sia stata prescritta dalla autorità sanitaria una convalescenza o un periodo di isolamento domiciliare. Basterà presentare la documentazione rilasciata dagli ospedali e strutture pubbliche del Servizio sanitario nazionale che - si ricorda - sono le uniche autorizzate alla trattamento ed alla cura dei malati di coronavirus.

Il fiduciario Casagit
Diego Longhin

Condividi:

C.F. 80089510012 - Copyrights © 2016.
Registrazione Tribunale di Torino n.1913 del 31/1/1968 Iscritto registro Sicid n. 11095/16 V.G. N. 49/2016 Registro Stampa del 3/11/2016

  • Ordine dei Giornalisti del Piemonte.
  • FNSI.
  • Fondo giornalisti.
  • Ordine giornalisti Piemonte.
  • IMPGI.
  • CASAGIT Piemonte.
  • Centro Studi Pestelli.
  • Circolo della Stampa.
  • ungp.